Reti 5G: Modellare la qualità dell'esperienza (QoE) nell'era 5G

Type: News
Published: 12/06/2019
Dopo aver regnato per più di 8 anni come standard per la banda larga mobile, le reti 4G stanno per essere detronizzate da 5G. Le reti 5G promettono velocità incredibilmente più elevate, bassa latenza e comunicazioni massicce da macchina a macchina - ma questo è sufficiente a garantire consumatori soddisfatti?
Il 5G; non solo un 4G più grande, migliore e più veloce. Si tratta di un'architettura nuova di zecca, progettata da zero per supportare nuovi entusiasmanti casi di utilizzo, come la banda larga estrema, Massive Machine to Machine Communications e Ultra-Low Latency.

Ci si è chiesti se 5G è il nuovo salvatore e può mantenere questa promessa da solo.
La risposta a questa domanda è data dal confronto Qualità del servizio (QoS) vs. Qualità dell'esperienza (QoE).
Per garantire il QoS per questi nuovi casi d'uso, l'architettura 5G implementa lo slicing di rete end-to-end. Ciò consente la creazione di reti virtuali che ricevono risorse virtuali end-to-end allocate dinamicamente per soddisfare gli obiettivi prestazionali specifici del servizio. In questo modo, i servizi di emergenza, ad esempio, riceverebbero una "fetta" con priorità più alta rispetto ad altri servizi meno critici e riceverebbero sempre la precedenza quando le risorse sono limitate. Questo dovrebbe, in teoria, garantire un QoS più elevato.
Ma c'è un tranello.

Le reti valutano il QoS monitorando i Key Performance Indicators (KPIs) che riflettono le misure di rete. I KPI non sono necessariamente correlati al QoE dell'utente finale. È come verificare che i tubi non perdano e concludere che il bicchiere d'acqua ha un buon sapore. Per esempio:
I film in streaming possono soddisfare determinati KPI, ma il QoE percepito dai clienti può variare a seconda che si guardi da un televisore o da un piccolo dispositivo mobile. Concentrandosi sui KPI end-to-end in media, un CSP potrebbe perdere la possibilità di mettere a punto il QoE di una singola sessione di un premium package gamer. Una rete basata su servizi che ottimizza i KPI di rete non garantisce ancora un QoE per l'utente finale superiore anche in 5G.

Per saperne di più visita il link. https://www.allot.com/blog/5g-shaping-quality-of-experience-qoe/




Per maggiori informazioni:
Product Management Arrow ECS
allot.ecs.it@arrow.com
 
Contatti

Arrow ECS SpA
Via Lancia 6/a
39100 Bolzano
T: + 39 0471 099 100

allot.ecs.it@arrow.com