Data Encryption & Control​

Le soluzioni Data Encryption & Control di SafeNet consentono di proteggere e controllare i dati sensibili, dai data center fino ad ambienti cloud e virtuali. Attraverso una gestione centralizzata di applicazione delle policy di sicurezza, queste soluzioni garantiscono alle aziende vari benefici in termini di conformità normativa, visibilità e tutela delle informazioni aziendali.

 
SafeNet Key Secure è un Enterprise Key Management (EKM)che fornisce una piattaforma centralizzata per la gestione simultanea di chiavi crittografiche, certificati ed applicazioni.
 
KeySecure sm
 
 





SafeNet Data Secure è un dispositivo che fornisce una piattaforma unificata per la crittografia dei dati e funzionalità di controllo granulare degli accessi a database, applicazioni o file. Garantisce alle aziende la conformità normativa e massimizza la sicurezza delle informazioni.
 
DataSecure i450
 
 
 
SafeNet Tokenization Manager protegge i dati sensibili e facilita la conformità con varie normative (es. PCI DSS, HIPAA ecc..).
 
Tokenization Manager_v2
 
La tokenizzazione è un processo di sostituzione dei dati sensibili (numeri di conto corrente,numeri di previdenza sociale) con un valore surrogato, definito token.
Il processo di tokenizzazione riduce in modo significativo i rischi di esposizione dei dati sensibili, in quanto vengono memorizzati in forma crittografata.
 

SafeNet Storage Secure opera come NAS (Network Attached Storage). Cripta le informazioni sulla base di policy aziendali definite e memorizza in modo sicuro i dati senza alcun impatto sulle operazioni in corso e senza ridurre la disponibilità delle informazioni.
 
 
storage-secure-tn
 




 
 
 
protectv-how-it-works-diagram

 
 
SafeNet ProtectV mette in sicurezza i dati sensibili in ambienti cloud e virtuali. Può criptare un’intera macchina virtuale proteggendo gli asset in essa contenuti da possibili furti. Inoltre è possibile criptare Virtual Storage assicurandosi che i dati situati nel cloud siano isolati e sicuri, anche se condivisi. Attraverso tutto ciò le aziende possono avere un controllo sull’intero ciclo di vita della macchina virtuale. Con ProtectV, nessun dato viene scritto sul disco senza prima essere criptato.